Questo articolo è dedicato alle donne  lievemente sottopeso o sovrappeso, le cosiddette “normopeso”, che confondono l’ipotonia muscolare e dei tessuti, ossia il bisogno di tonificare, con quella ben diversa di dimagrire. In questi casi spesso ci si sottopone ad allenamenti estenuanti per un determinato periodo di tempo, con una alimentazione ipocalorica, bilanciata ed equilibrata ma nonostante ciò, dopo 3 o 4 mesi, non si è affatto soddisfatti del risultato. In poche parole si parte da una “pera” e si diventa una “peretta” ma senza sostanziali cambiamenti, a volte anzi peggiorando addirittura la situazione iniziale.Cosa accade di preciso?

  1. Si sbaglia allenamento8-2.jpeg-300x225 Donne, fitness e alimentazione: facciamo chiarezza!
  • Gli allenamenti devono essere brevi e intensi, orientati alla tonificazione muscolare piuttosto che a un lavoro aerobico, mentre si pensa erroneamente che più si suda è più si perde peso. In realtà il peso viene a perdersi almeno in tre modi diversi:
  • perdendo acqua: il corpo è costituito per il 60% da acqua. Se per un giorno non bevessimo e facessimo una sauna potremmo perdere fino a 3-4 kg, ma questo causerebbe una potente disidratazione, con un successivo e considerevole calo della performance.oltre ad essere molto pericoloso per la salute;
  • perdendo massa muscolare: questo accadrebbe astenendosi dal mangiare e digiunando ma non provocherebbe altro che ipotonia, ossia la diminuzione di massa muscolare e non quella grassa;
  • perdendo grasso: per farlo bisogna agire in maniera sana, con alimentazione adeguata e bilanciata da un punto di vista di calorico cui si aggiunge una adeguata attività fisica, che sia di qualità.

2. Ci si affida ad un regime alimentare troppo ipocalorico

  • Se vi allenate con serietà e costanza, non fate mai diete ipocaloriche o a basso contenuto di carboidrati;
  • aumentate i carboidrati nei giorni di allenamento, tenendo leggermente più bassi i grassi;
  • tenete sempre costanti le proteine: il fabbisogno non cambia, a meno che per qualche motivo siate costrette a rinunciare agli allenamenti per un periodo di tempo molto lungo, magari per un infortunio;
  • per ciò che riguarda la consistenza dei pasti, cerchiamo di fare un’ottima colazione e di distribuire il resto dei pasti nel miglior modo durante la giornata. Sostanzialmente i più importanti sono due: il pasto pre workout, che fornisce energia per allenarsi e il pasto post, che permette un recupero più efficiente ed immediato. Importante è ricordare che dopo l’allenamento i muscoli sono come spugne assetate di glucosio e hanno bisogno di proteine per poter riparare quelli di loro che si son danneggiati e anche di grassi buoni al fine di sostenere la sintesi ormonale;diet1.jpeg-300x169 Donne, fitness e alimentazione: facciamo chiarezza!
  • un pasto ottimale e ben bilanciato è a base di carboidrati, rapidamente assorbibili e stimolatori dell’insulina ed un po’ di proteine e di grassi “buoni”. In questo processo è l’’insulina la chiave che permette agli zuccheri di entrare nelle cellule, in questo momento nel muscolo, trascinando all’interno di quest’ultimo anche gli altri nutrienti necessari per il recupero. Questo a sfatare il falso mito che non vorrebbe l’assunzione di carboidrati in orari serali, che andranno unicamente a ricaricare le scorte di glicogeno esaurite durante il lavoro dei muscoli e non a depositarsi sotto forma di grassi.

Sabato 20 ottobre 2018 si svolgerà a Matera il corso di Basic Life Support Defibrillation (BLSD) e Pediatric Basic Life Support Defibrillation (PBLSD).

Il BLS- D o PBLDS-D ha l’obiettivo principale di far acquisire conoscenze, metodo e abilità per prevenire il danno anossico cerebrale in una persona colpita da arresto cardiorespiratorio, in condizioni di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Il corso dura 8 ore al termine delle quali si svolgerà un esame scritto con quesiti a risposta chiusa.

OBIETTIVO DEL CORSO

I corsi DAN Basic Life Support Defibrillation (BLSD) e Pediatric Basic Life Support Defibrillation
(PBLSD) rappresentano l’addestramento ideato per formare le persone alle tecniche di
supporto di base alla vita, insieme alle tecniche di utilizzo di un defibrillatore automatico esterno (DAE).
Il corso prepara a prestare soccorso – non solo agli adulti, ma anche ai bambini e vittime di infortuni pericolosi per la vita – mentre viene attivato il locale Servizio Medico d’Emergenza (SME).

l corso è riconosciuto dal IRC e al termine del corso verrà rilasciata una certificazione internazionale che ha validità per due anni.
Dettaglia Certificato
ISCRIZIONE 118 REGIONALE (abilitazione uso defibrillatore). Attestato valido per concorsi pubblici, forze armate e per strutture sportive pubbliche e private
(Decreto Balduzzi). Accreditamento Regione Basilicata con Decreto Dirigenziale n. 4992 del 13/01/2017.
CORSO A NUMERO CHIUSO, ISCRIZIONE OBBLIGATORIA.

COSTO: 150,00 €. ORARI: 09:30 – 13:30/ 15:00 – 18:00

La moda lancia tendenze: si accorciano i capelli, i pataloni, le gonne e i capelli e adesso in palestra le lezioni di fitness da 60′ si sono ridotte a 30′. Negli Stati Uniti, che in materia anticipano le mode, la mezz’ora di aerobica, spinning o pilates fa già tendenza. E tante palestre italiane si sono adeguate con “short lessons” da 45′ o 30′. Ma quali sono i benefici? Possibile che 30′ minuti di sudata, anche se a maggiore intensità, possano equivalere a 60′ di fatica? Ne saranno ben lieti tutti i pigri del fitness che con 30′ di fatica otterrebbero risultati più che soddisfacenti.

5Min-banner.jpeg-300x169 Per restare in forma bastano solo 30'. In palestra la sessione fitness ora è fast

‘Bruciare’ grassi. Negli Stati Uniti le lezioni brevi sono nelle offerte di molti centri sportivi. Golds’ Gymn, che ha 150 sedi negli States, dal 1 settembre ha gà lanciato dei mini corsi da 30 minuti. Il tempo necessario per ‘bruciare’ grassi e mettersi in forma, garantiscono gli insegnanti.

Fast sport. Le lunghe sessioni di aerobica che duravano 60 minuti fanno parte ormai di un passato lontano. Le lezioni in palestra sono veloci, intense, e si ‘consumano’ rapidamente. Non solo fast food, ma anche fast sport. La lezione di spinning durava 45 minuti, e ora diventa più funzionale e si riduce a mezz’ora. Stessa cosa per la zumba e il pilates.

Riprendere gradualmente. Lo spinning ad alta intensità da mezz’ora sotto una musica battente non si adatta a tutti. Se una persona non è allenata deve riprendere a muoversi in modo graduale per evitare rischi.functional-training.jpeg-300x200 Per restare in forma bastano solo 30'. In palestra la sessione fitness ora è fast

Sport su misura. L’obiettivo è un allenamento ‘su misura’, ritagliato sulle esigenze di ciascuno di noi. Anche perché molto dipende dalle condizioni di salute e dallo stile di vita.

Scegliere ciò che piace. I fautori delle lezioni corte però sono convinti che questo nuovo modo di fare ginnastica possa attrarre i pigri e offrire una valida alternativa ai ‘forzati della palestra’

 

Consulta il nostro planning e PRENOTA la tua lezione di prova

Planning-ottobre-maggio-web Per restare in forma bastano solo 30'. In palestra la sessione fitness ora è fast

 

Nuotare è un toccasana! Il nuoto è uno degli sport con pochissime controindicazioni, il solo fatto di essere praticato in acqua lo rende ideale per chi ha problemi alle articolazioni e per chi rischia di averli, come gli obesi. Quando ci immergiamo in piscina il corpo perde, infatti, dal 50 al 90% del peso, perché è l’acqua a sostenerci. In compenso ne guadagnano cuore, linea e forza. Tra i vari sport il nuoto è uno dei più completi. Offre i vantaggi delle attività aerobiche, aumenta la forza e riduce la massa grassa a favore di quella muscolare. Inoltre, essendo eseguito in acqua, permette di non sovraccaricare le articolazioni.

In particolare:

  • migliora la capacità respiratoria;
  • favorisce il rilassamento;
  • ha effetti positivi sull’umore;
  • aumenta la resistenza, la forza e la flessibilità muscolare;
  • permette di bruciare molte calorie, a seconda dello stile praticato e del ritmo di allenamento;
  • non stressa le articolazioni, per cui è adatto anche alle persone obese o in presenza di problemi muscoloscheletrici.

Tuttavia se siete affezionate alle vostre chiome e non volete bagnarle senza però rinunciare ai benefici dell’acqua, una valida alternativa è l’acquafitness per restare toniche con l’ausilio di attrezzi quali il Power Circuit che coinvolge tutti i distretti muscolari, nelle quali vengono utilizzati il treadmill (tapis roulant specifico per acqua alternando corsa e camminata), la bike (specifica per acqua) e lo step.

aqquatix-usa-swimming-pool-exercise-.jpeg-300x169 Più toniche in acqua

 

donna in cima

Lavoro, tran tran quotidiano, impegni sociali, famiglia: il risultato è che abbiamo sempre meno tempo da dedicare a noi, cattive abitudini e non riusciamo a star meglio sia mentalmente, sia fisicamente. Tuttavia basta seguire alcune semplici  “regole” salutari che ci permetterrano di affrontare al meglio la nostra giornata. Noi vi diamo questo consiglio al fine che il vostro quotidiano diventi una “healthy routine”.

1. FARE UN’ABBONDANTE COLAZIONE

Che la colazione sia il pasto più importante della giornata è cosa nota, ma quanti di noi danno effettivamente il giusto peso a questo momento? Lo scarso appetito, la fretta e la pigrizia spesso hanno la meglio, ma è necessario sapere che dalla colazione si ricava il massimo delle energie da spendere durante la giornata. Un consiglio pratico:

– latte con fiocchi d’avena, una mela e mandorle

– yogurt magro con fiocchi di farro soffiato con frutta fresca e semi oleosi

– uovo alla coque con pane integrale e macedonia. La frutta la mattina è consigliata, perché ricca di micronutrienti essenziali come vitamine e sali minerali: arancia (ricca di vitamina C) e banane (fonte di potassio).

colazione 5 facili abitudini per rendere il tuo quotidiano una healthy routine

2. BERE TANTA ACQUA

Portare una bottiglia sempre con sé, lavorare al pc o studiare con un bicchiere sempre pieno vicino ci permette di idratarci senza quasi accorgerci. L’acqua, ad esempio, aiuta il nostro corpo a depurarsi e, inoltre, aiuta anche a dimagrire, infatti l’acqua aumenta il volume gastrico e induce un immediato senso di pienezza. La quantità da bere dipende da molti fattori, ma in media 1 litro e mezzo – 2 litri al giorno. Vi sono alcuni tipi di acque che contengono un quantitativo significativo di minerali come calcio e magnesio, così come altre sono povere di sodio. Ognuno di questi elementi svolge un ruolo importante nell’organismo.

acqua 5 facili abitudini per rendere il tuo quotidiano una healthy routine

3. MANGIARE LEGGERO, SOPRATTUTTO DI SERA

Mangiare poco prima di andare a letto può avere un’influenza positiva sul ciclo del sonno. Pochi carboidrati (quindi niente pasta e poco pane), spazio ad alimenti ricchi di proteine ma con un quantitativo di grassi non elevato come pesce bianco, pollo e uova, verdure cotte come i broccoli ricchi di fibre e sali minerali.  Per rilassare corpo e mente potrebbe essere di aiuto l’assunzione di alimenti ricchi di magnesio come noci e spinaci.

4. SPEGNERE OGNI TANTO LA CONNESSIONE

La verità è che siamo tutti connessi 24 ore su 24, abbiamo sempre in mano lo smartphone e il computer per gran parte della giornata e facciamo fatica a separarcene. A volte, però, è utile spegnere il Wi-Fi per qualche ora, allontanarsi dai device digitali e dedicarci a tutte quelle cose che mettiamo sempre in secondo piano: una passeggiata, leggere un libro, dedicarsi al proprio hobby all’aria aperta.

5. PRATICARE ATTIVITA’ FISICA

Ultimo consiglio, ma non meno importante degli altri, è fare attività fisica, scaricare lo stress e la tensione accumulata, tonificare i muscoli e sentire il corpo carico è un ottimo modo per affrontare le sfide di ogni giorno con vitalità ed energia. Bastano anche 15 minuti al giorno di attività fisica per ritrovare lo sprint giusto e far salire i livelli di energia. Anche sostituire la bicicletta all’automobile o ai mezzi pubblici può essere un’alternativa.

attività 5 facili abitudini per rendere il tuo quotidiano una healthy routine

Ora tocca a voi. Pronti ad una nuova Healthy Routine?

 

La ricerca scientifica dimostra che uno stile di vita attivo amplifica le opportunità e abbassa le difficoltà associate all’invecchiamento. “L’active aging”, letteralmente invecchiamento attivo, fornisce ambienti, programmi e luoghi che aiutano le persone a vivere bene, occupandosi della propria salute e del proprio benessere.

L’ICAA, Internation Council On Active Aging, ha stabilito i Nove Principi dell’Active Aging il cui fine è fornire alle istituzioni governative, alle aziende produttive e terziarie, ai datori di lavoro, al settore sanitario e a quello del fitness e del wellness un modello che funga da guida per rispondere alle esigenze della popolazione che invecchia. Operando nel rispetto di questi principi, le organizzazioni e le istituzioni saranno in grado di incoraggiare e aiutare le persone di ogni età a vivere pienamente la propria vita, mantenendosi fisicamente attive e in salute. Una buona attività motoria di gruppo quale la Gym Vascular in acqua riscaldata a 30 gradi con pratiche di ginnastica posturale, attività cardiovascolare blanda e massaggi watsu rilassanti, il tutto completato da 15 minuti di camminamento vascolare, specifico per la riattivazione della circolazione periferica, e 15 minuti di doccioni cervicali, il cui getto forte permette un massaggio all’altezza del collo creando sollievo a chi soffre di patologie alla colonna vertebrale, può essere una buona soluzione per persone di questa età.

Per implementare efficacemente questi nove principi, è essenziale incorporare in ognuno di essi le sette dimensioni del wellness: emozionale, ambientale, intellettuale/cognitiva, fisica, professionale/attitudinale, sociale e spirituale. Questa integrazione dà vita alla struttura portante del modello ICAA, configurato per soddisfare le esigenze, le aspettative e i sogni dei consumatori in età matura, tenendone in considerazione le capacità fisiche e mentali.

 

old-women-elliptical-trainers-300x177 Active Aging: "invecchiare attivamente"

Alcuni principi dell’Active Aging

  1. Popolazioni: le caratteristiche distintive delle persone mature richiedono soluzioni diverse.

Le diverse esperienze vissute nel corso della vita, e i comportamenti che ne sono scaturiti, fanno degli ultra sessantacinquenni un segmento di popolazione assolutamente unico. Queste esperienze, e i conseguenti comportamenti, hanno un impatto su tutto, dal luogo e dal modo in cui queste persone vivono al loro status e alla qualità della loro vita. Per soddisfarli, bisogna necessariamente capire chi sono, tenendo ad esempio in considerazione le loro capacità fisiche e cognitive, l’età, lo status lavorativo e matrimoniale, il genere e l’orientamento sessuale, l’appartenenza etnica e la cultura, così come se hanno figli e nipoti, accesso ai trasporti e quale reddito.

Il mercato dei senior sfiderà la creatività e il pensiero strategico, nonché la capacità progettuale e realizzativa degli operatori del settore fitness e wellness. Per questo grande segmento di mercato le soluzioni “taglia unica” sono destinate a fallire miseramente.

 

Weightlifting_2413474b-300x187 Active Aging: "invecchiare attivamente"

 

Tra i vari servizi offerti dal nostro Wellness Club c’è l’assistente bambini all’interno degli spogliatoi che aiuta i vostri figli a sentirsi più sicuri e indipendenti e li aiuta nella gestione di borsa, doccia e phon, velocizzando così le lunghe attese alle quali voi genitori siete solitamente abituati da altre parti. Da noi basta accompagnarli, lasciarli e pensiamo a tutto noi! L’assistente è una figura fondamentale e preziosa che segue i bambini dai 3 ai 14 anni durante le operazioni prima e dopo l’attività sportiva.

Cosa significa? Che non è necessario l’ingresso dei genitori nello spogliatoio! Accompagnate il vostro bimbo/a e lo/la affidate nelle mani fidate di esperti e certificati assistenti i quali si prenderanno cura dei bimbi accompagnandoli fino al bordo vasca dove li attenderà il proprio istruttore. Al termine della lezione saranno nuovamente presi dall’assistente che si prenderà cura della vestizione per poi “riconsegnarli” al proprio genitore.

 

 

lose-weight_650x400_61506770031-300x185 Perdita di peso e dimagrimento, ecco le differenzeSiamo al rientro delle vacanze e, la maggior parte di noi, ha preso qualche kg. Cosa fare? Innanzitutto è opportuno rivolgersi a un nutrizionista di fiducia il quale, in base alle nostre esigenze, ci darà un piano alimentare idoneo al sesso, all’età, ecc. Inoltre mai dimenticare di abbinare l’attività motoria perché senza di quella è più difficile. Dimenticatevi, pertanto, di perdere peso con metodi fai da te quali pasti sostitutivi, pillole che tolgono l’appetito (dannosissime per giunta!!) digiuni forzati o, peggio ancora, diete fai da te!!!

   

PERDITA DI PESO. SIGNIFICATO

weight-lose-1-300x187 Perdita di peso e dimagrimento, ecco le differenze

Il concetto è molto semplice: si perde peso quando salendo sulla bilancia il peso che ne risulta diminuisce rispetto all’ultima misurazione che si è fatta. Quindi meno chili sul display = perdita di peso! Occhio però, non sempre è un bene perdere dei chili quando non ce n’è bisogno, non è un bene per la propria salute. Il nostro corpo è composto prevalentemente da liquidi, massa muscolare, massa grassa e lo scheletro; gli unici valori che possono variare sono ovviamente la quantità di liquidi, muscoli e grasso. Le normali bilance misurano la perdita o l’aumento complessivo del peso e non riescono a distinguerlo tra questi 3 elementi. Quindi può succedere che a seguito di un periodo di dieta rigida ad esempio, la bilancia misuri una perdita di peso, che molto probabilmente, se non è accompagnata da un allenamento specifico, è dovuto in prevalenza dalla perdita di liquidi e di massa muscolare. Il calo del peso dovuto ai liquidi persi è provvisorio, perché vengono ripresi quasi subito con l’alimentazione, mentre il calo di peso dovuto alla perdita della massa muscolare invece è causa di inestetismi e mancanza di tono muscolare (muscoli flaccidi).

Conclusione: quasi sempre la perdita di peso non è una cosa positiva per la propria salute e per il proprio aspetto estetico.

DIMAGRIMENTO. SIGNIFICATO

tanita-cynergi-gym-malta-300x187 Perdita di peso e dimagrimento, ecco le differenzeIl dimagrimento consiste in una modifica della propria composizione corporea che porta ad una diminuzione della massa grassa. Semplice: meno grasso = dimagrimento. Il peso in se non è quindi poi così importante; preferireste pesare 70 chili con il 30% di grasso, con poco tono muscolare e avere la stessa consistenza di un budino, o pesare 70 chili con solo il 15% di grasso e un ottimo tono muscolare? E’ opportuno pertanto misurarsi con una “bilancia speciale” che misuri la composizione corporea e le percentuali di massa magra, massa grassa e liquidi e la sua evoluzione nel tempo come la Tanita analisi completa della composizione corporea eseguita in meno di 20 secondi. Ciò che si valuta attraverso quest’esame sono determinati parametri: la quantità di massa grassa, massa magra, massa ossea, acqua corporea intra ed extracellulare e il metabolismo basale; tutti elementi di fondamentale importanza per il monitoraggio dell’andamento di un determinato programma di lavoro al quale si sottopone la persona per raggiungere un determinato obiettivo che si basa su due elementi principali: dieta e attività fisica. I risultati della misurazione vengono automaticamente memorizzati su una scheda SD, inviati a un PC o trasferiti ad una stampante per generare un foglio di consultazione coi dati rilevati di facile lettura. L’esame mostra i componenti di base della composizione corporea. I dati sono rappresentati in kg e percentuale per fornire un quadro chiaro dello stato di salute e forma fisica. La possibilità di registrare gli utenti e monitorare i loro progressi sono uno strumento prezioso per dimostrare l’efficacia di qualsiasi dieta, trattamento, o programma di fitness.