Metodo Feldenkrais®

Definizione dell’attività professionale

L’insegnante di metodo Feldenkrais® opera nel settore dell’educazione somatica, studia il movimento umano e la sua relazione con l’apprendimento e la consapevolezza. La sua azione ha un ampio spettro di applicazioni: può rivelare e cambiare i comportamenti abituali responsabili di condizioni di tensione e dolore; facilita e consente il miglioramento delle capacità e delle funzionalità motorie; insegnato ad atleti, artisti, musicisti, danzatori può migliorare le loro capacità; è adatto a tutte le età e condizioni fisiche.

Il metodo ha due modalità d’insegnamento: lezioni collettive di “Consapevolezza Attraverso il Movimento” (CAM)* e lezioni individuali di “Integrazione Funzionale” (IF). Le lezioni sono condotte dall’insegnante utilizzando indicazioni verbali oppure il tocco delle mani come indicazione di movimento. In base al tipo di lezione e a seconda della posizione, della comodità e di altre eventuali necessità dell’allievo, nelle lezioni si usano supporti e sostegni di vario tipo: tavolo Feldenkrais®, sedie, rulli e cuscini. Durante le lezioni di CAM o di IF gli allievi indossano abiti comodi. In accordo con le ultime ricerche delle Neuroscienze, l’insegnante Feldenkrais® sviluppa e affina la sua capacità di osservazione degli schemi motori, porta l’attenzione dell’allievo sulle proprie percezioni sensoriali e sul proprio senso cinestesico, per favorirne l’organizzazione psicomotoria e l’ampliamento dell’immagine di sé.

* : in Italia si usa anche il termine Conoscersi attraverso il movimento, sempre con acronimo CAM.

Consapevolezza Attraverso il Movimento (CAM)

L’insegnante guida con la voce il gruppo degli allievi dando indicazioni che li orientano a un’osservazione attenta del corpo in movimento. La lezione Feldenkrais® consiste in una esplorazione del modo in cui ci muoviamo che permette di diventare consapevoli delle proprie abitudini motorie e allo stesso tempo di scoprire nuove possibilità che permettono di riorganizzare gli schemi abituali, spesso disfunzionali o controproducenti.

Integrazione Funzionale (IF)

Nel lavoro individuale di Integrazione Funzionale, l’insegnante tocca e muove la persona in maniera rispettosa e non invasiva, per aiutarla a diventare consapevole dei propri processi motori. L’integrazione Funzionale è una tecnica delicatissima e non invasiva, il tocco è gentile e rispettoso, la funzione è di comunicare alla persona informazioni su di sé, non di correggere bensì di suggerire alternative o ulteriori possibilità di organizzazione.

Fonte: AIIMF Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais®

Related Post
Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *